Red Currant Poppy Seed Scones

Free Saturdays in our home often include the following: French Toast or pancakes with juice for breakfast; catching up on the latest news, and going to the weekly farmers market. One of the things I like the most about living in the UK is the wealth of berries I find in the summer. Berries, forged or cultivated, cover the market stalls with their vibrant colours. I love them all, indistinctly, and I can’t help spending a small fortune on them every time we cross paths. Jewels are far less precious before my eyes.

Free Saturdays often include spending an hour or two in the kitchen, too, particularly if we got hold of some ripe seasonal fruits. In the case of berries, I find the temptation of settling them into a crumbly, sweet frame hard to resist. This time around, we made scones. We have been craving them for a while, and the right occasion had finally come –we had all we needed to make them the way we love them: slightly sweet but mostly tart, with a soft crumb full of crunchy bits.


Tart currants, a pinch of salt, a little sugar and a good dose of seeds made the magic, transforming a rather healthy base into something special. We finished them in one day – two each for breakfast, one after lunch with coffee, and one late at night while watching a movie. Gone. Perhaps a bit too fast – like our free Saturday. Luckily, there will be more to come. Now we know we should make a double batch, at least to cover Sunday as well.

Red Currant Poppy Seed Scones 

For 8 small scones
220 g/ 1 2/3 cup whole wheat flour
30 g/ 2tablespoons natural dark brown sugar
1 teaspoon baking powder
1/8 tsp fine grain sea salt
30 g/ 2 tablespoons cold unsalted butter, cubed
125 ml/ 1/2 cup full-fat natural yogurt
2 tablespoons whole milk
1 teaspoon vanilla extract
1 cup red currants
2 tablespoons poppy seeds
Icing sugar, for dusting

Preheat the oven to 200°C (400°F). Line a baking sheet with parchment paper.

In a medium bowl, combine the flour, sugar, baking powder, and salt. Work the butter into the dry ingredients using your fingertips, until you have a coarse, crumbly mixture. Add the yogurt, milk, vanilla, poppy seeds and currants. Mix the dough until it comes together into a ball – do not over-mix. Shape the dough into a flat circle, and cut it into eight wedges using a serrated a knife. Place the wedges on the lined baking sheet, spacing them out. Bake for about 20 minutes, or until the scones are golden and cooked through – try and test for doneness using a toothpick. Remove from the oven and allow to cool on a rack. Dust with icing sugar and serve.

15 Comments

  1. Mela e Cannella August 9, 2012

    Che belli e chissà che buoni…provo sempre le stesse sensazioni quando mi metto ad accendere il forno,ad aspettare che il lievito faccia la sua magia e che i profumi invadano casa…solo che come scrivi tu è tutta un'altra cosa
    un bacio!!

    Reply
  2. pips August 9, 2012

    Mi piace tanto il clima sereno che descrivi, pieno di calma e leggerezza. I mercati di cui parli devono essere davvero fantastici: lì sì che trovi la frutta fresca appena colta, che solo a vederla in faccia parla di genuinità. E' così perfetta e delicata che avrei quasi paura di rovinarla :)) I tuoi scones sono fantastici e profumano di gite in campagna, di aria fresca, di tante cose belle. Così come le foto *.*

    Reply
    • Valeria August 14, 2012

      si, devo dire che il farmers' market è di grande ispirazione, specie se si conta che tutto il resto è piuttosto tristolino. e gli scones, beh, sono i migliori amici di un pomeriggio libero, che sia dedicato ad una scampagnata o ad una poltrita sul divano con un buon libro.

      Reply
  3. Roberta | Il senso gusto August 9, 2012

    Ciao Vale, come al solito i tuoi post sono pieni di poesia, luce e colori….tanti e brillanti ccolori. E poi come te, anche io amo i frutti di bosco e li compro anche d'inverno anche se so che non sono proprio di stagione. Il tuo dolcetto sarà sulla mia tavola in un lampo!! Un abbaccio

    Reply
    • Valeria August 14, 2012

      Allora torna a dirmi se ti è piaciuto! Beh, una soluzione alla non-stagionalità sta nel comprare (o meglio ancora, raccogliere!) tanti frutti di bosco d'estate e congelarli, nei dolci non fa molta differenza! un abbraccio a te.

      Reply
  4. Lizzy August 9, 2012

    Le tue foto sono sempre una gioia per gli occhi! … e le tue ricette farebbero la felicità della mia pancia! 🙂

    Reply
    • Valeria August 14, 2012

      eheheheh, corpo e anima, come si suol dire!

      Reply
  5. rossella August 11, 2012

    Cara Valeria, come ti capisco quando parli di gioielli… Io in questo momento sono in treno, triangolando la Toscana prima di rientrare, dopodomani, a Roma. Bagaglio, un piccolo zaino, ma non manca una busta di carta con la spesa al mercato contadino della campagna di Lucca: con dentro una piccola forma di formaggio pepato e una scatola con tanti tanti mirtilli selvatici, più un gran mazzo di finocchietto selvatico colto stamane… Stanno qui sul sedile accanto, vicini alla macchina fotografica, tutti sotto il mio occhio amorevole e vigile, piccoli grandi gioielli… 😉
    Ti ringrazio per questo post bellissimo, e per la ricetta. Io gli scones li ho provati in tutte le salse, e questi tuoi non me li lascio scappare nemmeno per sogno. I prossimi sono loro!! 😉
    Un bacio, e scusa le lungaggini… QualcunA mi ha ispirata.. XD

    Reply
    • Valeria August 14, 2012

      L'immagine che dipingi trasmette una placida contentezza senza eguali. Piccoli mirtilli selvatici…Non vedo l'ora di vederli. 🙂

      Reply
  6. ilgamberorusso August 12, 2012

    Che bello, i dolci come indulgenze e il forno anticamera del dolce sabato mi conquistano!che bello leggerti! Laura

    Reply
    • Valeria August 14, 2012

      Grazie Laura! Il sabato, per me, è fatto di cose che ci fanno del bene, qualunque esse siano. Sono felice di essere riuscita a trasmettere i miei pensieri a chi legge. Un abbraccio.

      Reply
  7. Martina August 12, 2012

    Quanto mi piace quello che hai descritto, un sabato perfetto, che tutti vorrebbero vivere. Emozioni semplici e genuine, come questi scones, che però sono anche speciali, impreziositi da quei piccoli gioielli rossi, rendono il tutto unico. Le foto (straordinarie), le tue parole, fanno nascere sorrisi, sogni e pensieri. bellissimo=)

    a presto, un bacio

    M.

    Reply
    • Valeria August 14, 2012

      Martina, grazie di cuore. Un sabato perfetto, eppure anche un sabato qualunque. Non servono grandi cose, solo sincerità con se stessi, cercando di ascoltarsi e sapere cosa ci fa stare bene. Tutto il resto vien da sé. Un bacio.

      Reply
  8. Catherine August 12, 2012

    These look gorgeous! I absolutely love black currants. Could I just substitute blackcurrants 1:1 for the red?

    Reply
    • Valeria August 14, 2012

      You can surely do that, I am sure they would work just as well!

      Reply

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *